/ Politica

Politica | 27 settembre 2023, 21:04

Consiglio comunale a Imperia, il 31 dicembre inizio dei lavori di riqualificazione dell'Albergo Italia

Votata all'unanimità la pratica

Consiglio comunale a Imperia, il 31 dicembre inizio dei lavori di riqualificazione dell'Albergo Italia

Tra i punti all’ordine del giorno, votato all’unanimità dal consiglio comunale, anche l’ex Albergo Italia con la “realizzazione di alloggi housing first, la riqualificazione e l’allestimento di un alloggio per l’autonomia delle persone con disabilità e servizi connessi e la ristrutturazione e l'allestimento di due alloggi per persone non autosufficienti”.

L’immobile è diventato di proprietà del Comune di Imperia negli anni ’90 -spiega l’assessore Giuseppe Fossati- dopo un lascito testamentario che ha lasciato l’usufrutto dell’albergo al gestore, deceduto il primo gennaio 2022. Con il decesso il Comune ha acquisito la piena proprietà del bene, ricordiamo che il lascito era stato fatto in funzione di uso sociale dell’immobile”.

Il progetto è rivolto a tre categorie -spiega l’assessore Laura Gandolfo- anziani, disabili, persone con emergenza abitativa. Il progetto vuole andare incontro alle esigenze della città e del distretto sociosanitario composto da 35 Comuni, di cui il Comune di Imperia è capofila”.

Il progetto prevede: “Per gli anziani non autosufficienti la realizzazione di unità abitative nella misura di 5 alloggi per massimo 10 posti letto. Essi saranno realizzati in efficientamento energetico, funzionalmente indipendenti e provvisti di servizi di domotica per l'utilizzo facilitato degli ambienti.

Gli anziani saranno assistiti con servizi di teleassistenza e telemedicina da remoto e con servizi di assistenza familiare e tutelare da realizzarsi in presenza. Parallelamente verrà avviato un progressivo rafforzamento dei servizi domiciliari per gli anziani, fino a 100, assistiti dai servizi socio-sanitari del territorio”.

Per le persone con disabilità la realizzazione di alloggi dotati di funzionalità domotiche per l’assistenza diretta all’utente e lo sviluppo delle competenze digitali per il lavoro anche a distanza; tali attività saranno supportate da una equipe socio sanitaria per la valutazione e la predisposizione e attribuzione dei sostegni necessari”.

E infine al piano terra: “La creazione di alloggi di piccole dimensioni, finalizzati all'Housing temporaneo e all'accoglienza post-acuzie per persone senza dimora”.

Per il progetto si è ottenuto un finanziamento europeo, circa 5 milioni di euro di fondi del PNRR. L’assessore Gianfranco Gaggero riporta i costi per ogni piano dello stabile: “Per il piano terra saranno destinati 710 mila euro di cui per lavori 234 mila; per il primo piano, 715 mila di cui 426 mila di lavori e infine per il piano secondo 2 milioni e 460 mila di cui 1 milione e mezzo per lavori.

I lavori inizieranno entro il 31 dicembre 2023 e verranno terminati entro il 31 dicembre 2024". 

Spiega l’assessore Fossati che dal punto di vista urbanistico la pratica discussa in consiglio comunale prevede due punti: lo svicolo alberghiero e la disciplina urbanistica.

Sara Balestra

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium