/ Attualità

Attualità | 16 novembre 2023, 07:21

Soppressione navetta per il Parasio, Gazzano: "Spero non sia stata un’iniziativa presa a cuor leggero"

Così la presidente del Circolo Parasio, consigliera comunale al vertice della commissione Cultura. Proposta di Zarbano di Imperia Senza Padroni

Soppressione navetta per il Parasio, Gazzano: "Spero non sia stata un’iniziativa presa a cuor leggero"

Da alcuni giorni la navetta per il Parasio è stata soppressa. Con dispiacere e sconcerto per residenti, turisti e  soprattutto per chi ha vissuto e lavorato per l’amore, la promozione, e lo sviluppo sociale e turistico del borgo storico più antico del quartiere portorino.

Come Simona Gazzano, consigliera comunale di maggioranza e presidente della commissione Cultura che ha dedicato anni della sua gioventù prima come socia, attivista e attualmente in qualità di presidente del Circolo Parasio. “Credo e spero – commenta la presidenteche, quella della soppressione, non sia stata un’iniziativa presa a cuor leggero ma fondata su un attento esame della situazione ovvero sui costi da sopportare per un servizio giudicato marginale in questa stagione”.

Ma Simona Gazzano si riferisce anche alla situazione del borgo. “Il Parasio costituisce una barriera naturale – spiega – che presenta, quindi, qualche problema di accesso anche se, come centro storico, va visitata a piedi direi per non turbare il fascino ed il silenzio della storia”.

Però in questi giorni il borgo attraversa un momento particolare. “Al momento la visita a piedi è l’unica possibilità – precisa la Gazzanoperché i due ascensori che salgono da Borgo Marina sono fermi, funziona soltanto il terzo tratto che da  Miradore porta in via Vianelli. Il problema c'è, perché, comunque tutti devono poter raggiungere il Parasio. Anche chi ha difficoltà ma non ha permessi auto perché passa di qui da visitatore occasionale”. Un momento, insomma, che induce a analizzare anche la comunicazione turistica offerta dal borgo. “Da 34 anni il Circolo – ricorda la presidente – ha inventato il “GiraParasio” che è diventato un nostro marchio registrato con una cartellonistica sparsi in tutto il borgo  e che invita alle visite”. 

In questo contesto si inserisce Luciano Zarbano  di “Imperia senza padroni” che raccoglie l’appello dei residenti del Parasio al fine di realizzare un facile accesso alla zona a traffico limitato. “La nostra proposta – dichiara Zarbano sarà quella di creare un sistema semplice ma regolamentato per permettere l’autorizzazione per accedere al centro abitato del borgo ai soggetti interessati”. 

Ino Gazo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium