/ Attualità

Attualità | 11 giugno 2024, 07:24

Bonus assunzioni per il turismo, Fallara (Uil): "Misura importante, si devono incoraggiare le imprese a destagionalizzare le attività"

"Contrattiamo, a livello regionale, per premi economici per i lavoratori", spiega il coordinatore regionale Uil del Comparto turistico

Bonus assunzioni per il turismo, Fallara (Uil): "Misura importante, si devono incoraggiare le imprese a destagionalizzare le attività"

Dal 4 giugno è possibile, in tutta la Liguria, fare richiesta per i bonus assunzionali per il settore del turismo. “Una misura importate -commenta Roberto Fallara, coordinatore regionale Uil del Comparto turistico – perché incoraggia i datori di lavoro a destagionalizzare l’attività”.

Le imprese operanti nell’accoglienza, nell’ospitalità, nella balneazione o nella ristorazione che assumono lavoratori disoccupati e non occupati, potranno farne richiesta fino al 31 dicembre 2024. I fondi stanziati dalla Regione ammontano, in totale, a cinque milioni di euro. L’aspettativa del sindacato è che del bonus, erogato alle imprese, possa godere anche il lavoratore: “A livello regionale stiamo lavorando, con Confcommercio e Confesercenti, a contratti integrativi. In particolare, trovando elementi di flessibilità concordata, si vogliono contrattare dei premi economici aggiuntivi per i lavoratori. Iniziative simili sono già state adottate da alcune province, come Savona, dove sono stati introdotti accordi aziendali che riconoscono un ritorno economico ai lavoratori”, spiega Fallara.

Per alberghi, alloggi o villaggi turistici il bonus prevede un incentivo di 3.500 euro per i contratti a tempo determinato tra gli 8 e i 9 mesi di durata; 4.500 euro per quelli di 9 o più mesi e di 8 mila euro per i contratti a tempo indeterminato. Per gli stabilimenti balneari è previsto, invece, un bonus di 2.500 euro per i contratti di durata tra i 7 e gli 8 mesi e di 4.500 euro per quelli superiori a 9 mesi. Infine, per ristoranti, bar e gelaterie il bonus prevede 8 mila euro per contratti a tempo indeterminato. 

Iniziata la stagione estiva locali, strutture ricettive e stabilimenti balneari sono alla ricerca di personale: “I contratti nazionali non sono stati rinnovati, le paghe sono ferme da cinque anni e si tratta di un settore in cui non si riesce a uscire dalla stagionalità -conclude FallaraCome gli scorsi anni rimane per l'imprenditore la difficoltà a trovare personale con esperienza e qualifiche, ma se si vuole lavoro di qualità, si deve retribuirlo".

Sara Balestra

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium