/ Cronaca

Cronaca | 10 aprile 2024, 07:34

“Buongiorno è la polizia postale”, una nuova truffa telefonica per spillare denaro ad ignari utenti

Diverse sono le chiamate ricevute anche in provincia di Imperia sotto il periodo di Pasqua e anche negli ultimi giorni

“Buongiorno è la polizia postale”, una nuova truffa telefonica per spillare denaro ad ignari utenti

Le telefonate arrivano da un numero delle forze dell’ordine e più precisamente dal centralino della polizia postale di Milano. Ma occorre prestare attenzione perché si tratta di un nuovo sistema impropriamente utilizzato dai criminali per raggirare le malcapitate vittime, chiedendo versamenti di denaro.

E’ una nuova tecnica di raggiro che si chiama “spoofing”. Diverse sono le telefonate ricevute anche in provincia di Imperia sotto il periodo di Pasqua e anche negli ultimi giorni.

Molti hanno chiesto chiarimenti alle forze dell’ordine che ovviamente hanno messo in guardia le persone finite nel mirino dei truffatori. Per raggirare le vittime il sistema appena escogitato può essere attuato in vari modi: secondo quello più denunciato, chi chiama avvisa l’utente prescelto di un finto attacco informatico al suo conto corrente, suggerendo di trasferire il proprio denaro su un altro conto, spesso attraverso un link preimpostato per estorcere i dati sensibili bancari.

La raccomandazione è una sola: “Se si riceve una chiamata da sedicenti “agenti” che proviene dal numero 0243333011 basta riattaccare. E casomai chiedere spiegazioni alla polizia postale, nonché denunciare il tentativo di raggiro”.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium