/ Attualità

Attualità | 09 giugno 2024, 07:30

Maturità, al via il 19 giugno con il primo scritto. Tra le novità di quest'anno la piattaforma 'Unica'

Rispetto allo scorso anno per il 2024 si conferma lo stesso impianto

Maturità, al via il 19 giugno con il primo scritto. Tra le novità di quest'anno la piattaforma 'Unica'

Questa volta sarà l’ultima Maturità con le vecchie regole. Ma per il prossimo 19 giugno si ripete ancora il rito dello scorso anno. E i dirigenti scolastici possono evitarsi i possibili ed eventuali problemi derivanti dalle novità. “Per questa edizione dell’esame non cambia nulla – ammette Paolo Auricchia, preside dei Licei Scientifico e Classico – Sono confermati i soliti divieti relativi ai telefonini”.

Però una novità quest’anno esiste e riguarda proprio i candidati. “È stata creata una piattaforma per gli studenti – spiega AuricchiaUnica è lo strumento che permette ai ragazzi di immettere il loro curriculum, le loro esperienze scolastiche ed extrascolastiche con l’alternanza scuola-lavoro e presentarlo all’esame”.

Una possibilità, insomma,  di valorizzare la propria vita di fronte alla Commissione. “Certo, Unica è una piattaforma che raccoglie, appunto, tutta la carriera del candidato – conferma Luca Ronco, dirigente dell’Istituto Ruffini – e può essere letta e visionata durante l’esame proprio per offrire la sua completa fotografia e, quindi, valorizzare le sue esperienze”.

Uno strumento totale per tutto il mondo scolastico compreso l’ambiente “collaterale”. “Quella piattaforma – aggiunge Beatrice Pramaggiore, preside del Licei Scienze Umane e Artistico – comprende tutti i dati ma ammette pure l’intervento dei genitori e ovviamente dei docenti”.

Il nuovo strumento sarà sicuramente confermato anche per il prossimo anno e si aggiungerà alle novità che prevedono l’ammissione con la sufficienza in tutte le materie, la frequenza almeno per tre quarti delle lezioni, alternanza e test Invalsi. “Comunque, precisa il preside Roncorimane sempre l’apporto del Consiglio di classe che ripara le piccole carenze, si conferma il ruolo dei docenti”.

Ino Gazo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium