/ Al Direttore

Al Direttore | 03 giugno 2024, 18:36

Il nuovo negozio di Caratto in via Cascione, risponde l'avvocato di Carlo il fratello del titolare

"L'Oreficeria Caratto non è affatto di proprietà di Caratto Riccardo, bensì della società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c."

Il nuovo negozio di Caratto in via Cascione, risponde l'avvocato di Carlo il fratello del titolare

Scrivo la presente a nome e per conto del sig. Carlo Caratto, nato ad Imperia il 11.06.1967, socio della Società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c.", il quale sottoscrive la presente facendola propria ad ogni effetto di legge, per comunicare quanto segue. 

Il mio assistito mi riferisce di aver letto sul Vostro quotidiano digitale "La Voce di lmperia.it", edizione del 24.05.2024, ore 18:37, l'articolo dal titolo "Riapre in via Cascione a Imperia la storica gioielleria Caratto". Il sig. Carlo Caratto rileva che le notizie che avete indicato sono errate nella parte in cui avete scritto "il presidente del Civ portorino riapre, infatti, al pubblico le porte della sua gioielleria e orologeria con un look completamente rinnovato che mescola eleganza, raffinatezza e modernità" ribadendo più volte che la Oreficeria Caratto riaprirebbe nel negozio di Via Cascione 40. 

Tale notizia è errata ed idonea a creare confusione nel pubblico e sviamento di clientela, poiché:

  1. l'Oreficeria Caratto non è affatto di proprietà di Caratto Riccardo, bensì della società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c.". della quale sono soci non soltanto Caratto Riccardo, ma anche Caratto Vittorio e Caratto Carlo;
  2. l'Oreficeria Caratto non ha affatto riaperto, ma è attualmente chiusa come chiunque può constatare, ed ha comunque sede ad Imperia, Via Cascione n. 24, come risulta dalla visura camerate che allego in copia;
  3. l'utilizzo della Ditta "Caratto" da parte di soggetti diversi dalla Società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c." non è mai stato autorizzato da detta Società;
  4. perciò la notizia della riapertura dell'"Oreficeria Caratto" e cagiona, nel pubblico dei consumatori e soprattutto tra i clienti della "Oreficeria Caratto", confusione tra tutti i segni distintivi (ditta, insegna e marchio) dell'impresa delta Società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c." e quelli della Ditta individuate "Caratto Riccardo", avente sede in Imperia, Via Felice Cascione 40, oltre ad uno (altamente probabile) sviamento della clientela della Società a favore della Ditta individuale "Caratto Riccardo";
  5. Riccardo Caratto è un socio della società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c." e quindi gli è vietato svolgere, con la propria Ditta individuale, attività di concorrenza nei confronti della Società Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e C. s.n.c.".     

Atteso quanto sopra, ai sensi e per gli effetti dell'art. 8 L. 08.02.1948 n. 47, Vi invito a pubblicare la seguente rettifica:

"Con riferimento all'articolo dal titolo "Riapre in via Cascione a Imperia la storica gioielleria Caratto", pubblicato sul quotidiano "La Voce di Imperiali", edizione del 24.05.2024, ore 18:37, la Società "Oreficeria Caratto di Vittoria Caratto e C s.n.c." precisa che l'articolo è riferito non già all'Oreficeria Caratto, di proprietà di detta Società, bensì alla diversa Ditta individuale "Caratto Riccardo", perché l'"Oreficeria Caratto" ha chiuso la sede ed è attualmente inattiva, e la Società "Oreficeria Caratto di Vittorio Caratto e S. n. c. non ha mai autorizzato nessuno all'utilizzo dei segni distintivi della propria impresa (ditta, insegna e marchio) ed, anzi, diffida chiunque dal farne illegittimamente uso"

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium