/ Politica

Politica | 08 febbraio 2024, 20:24

Protesta dei trattori, si uniscono anche gli agricoltori indipendenti imperiesi

"Auspichiamo che si porti alla luce il problema dell’acqua, ad uso irriguo e zootecnico, che interessa il nostro territorio", dicono i referenti dell'associazione “Salva taggiasca”

Protesta dei trattori, si uniscono anche gli agricoltori indipendenti imperiesi

Gli agricoltori indipendenti imperiesi, riuniti nell’associazione “Salva taggiasca”, auspicano che la protesta dei trattori, approdata anche nella nostra provincia, porti alla luce il problema dell’acqua, ad uso irriguo e zootecnico, che interessa il nostro territorio. 

"Ad oggi, non sono mai stati introdotti acquedotti irrigui per uso agricolo, rendendo necessario l’utilizzo di acqua potabile per uso irriguo -scrivono gli agricoltori in una nota - Questo costituisce un problema, dal momento che l’Ato idrico ha deciso di triplicare il costo dell’acqua a uso agricolo, introducendo la tariffa unica provinciale: questo implica costi proibitivi per le aziende che possono arrivare fino a 20 o 30 mila euro all'anno. Le conseguenze di questa misura adottata sono l’abbandono dei terreni e l’aumento dei costi, fuori dal mercato, per il settore agroalimentare e floricolo.

Auspichiamo che questa criticità che riguarda la provincia di Imperia emerga con la protesta dei trattori, a cui ci uniamo".

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium