/ Cronaca

Cronaca | 01 giugno 2024, 07:49

Fantomatici consulenti di aziende energetiche tempestano di telefonate gli imperiesi, occhio alla truffa

I contenuti sono quasi sempre gli stessi: "lei non lo sa ma Enel le ha aumentato la tariffa", "ci sono nuovi aumenti statali"

Fantomatici consulenti di aziende energetiche tempestano di telefonate gli imperiesi, occhio alla truffa

Una pioggia di telefonate da diverse settimane fa spazientire gli imperiesi che hanno raccontato la loro “odissea” sui social.

La prima chiamata è arrivata da un presunto servizio di gestione della manutenzione della rete elettrica territoriale. Una seconda dal GSE, il Gestore dei Servizi Energetici. Poi ancora dal Gestore dei Mercati Energetici, per arrivare all'ufficio "amministrazione del Mercato Libero Energetico".

Il contenuto della chiamata, settimana dopo settimana, è sempre dello stesso tenore: "lei non lo sa ma Enel le ha aumentato la tariffa", "ci sono nuovi aumenti statali", "il suo fornitore non può attivare l'offerta richiesta perché deve applicarle un costo di manutenzione nella sua zona".

Voci straniere di call center che ogni volta espongono fantasiose motivazioni per proporre contratti vantaggiosi ed evitare gli aumenti. E’ una delle più diffuse e insidiose truffe telefoniche. Le raccomandazioni arrivano dalla polizia postale: “Se dovessero arrivare, in seguito a questa telefonata, bollette da un operatore sconosciuto al quale non si ricorda di aver mai fornito alcun consenso, è chiaro che siamo davanti al reato di truffa (art.640 del Codice Penale). Il suggerimento è sempre lo stesso: sporgere querela alle forze dell’ordine o direttamente in Procura. Importante inoltre mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno disconoscendo il contratto”.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium