/ Cronaca

Cronaca | 13 maggio 2024, 17:48

Corruzione, l’ex manager di Esselunga nega ogni addebito: “Ho agito sempre nella legalità”

Francesco Moncada ha fornito dichiarazioni spontanee alla gip: “La pratica per aprire a Sestri è partita nel 2010”

Corruzione, l’ex manager di Esselunga nega ogni addebito: “Ho agito sempre nella legalità”

Francesco Moncada, ex consigliere di amministrazione di Esselunga, ha respinto categoricamente le accuse mosse nei suoi confronti, dichiarando la propria innocenza e la lealtà delle sue azioni. 

Dopo essere uscito dall'ufficio della gip Paola Faggioni senza rilasciare dichiarazioni ai giornalisti, ha successivamente attraverso la sua difesa affermato di aver sempre agito nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza.

Moncada ha citato un incontro avvenuto il 17 marzo 2022 presso la sede della Regione come prova della sua volontà di agire pubblicamente e correttamente, negando qualsiasi coinvolgimento in patte illecite. Ha, inoltre, fornito dettagli sulle pratiche burocratiche relative ai progetti, sottolineando la regolarità delle procedure.

Il suo contratto con la Società Programmazioni Televisive S.p.A., ha chiarito, non ha alcun legame con le accuse mosse contro di lui, riguardando esclusivamente la programmazione televisiva e non la pubblicità di Terrazza Colombo.

In una nota, la difesa di Moncada ha ribadito la sua innocenza e la sua condotta lecita, sottolineando che, a differenza degli altri coinvolti, Moncada ha scelto di non rispondere alle domande e di limitarsi a rilasciare brevi dichiarazioni spontanee.

LA NOTA:

Moncada “ha in particolare, sottolineato che in occasione dell’incontro svoltosi il 17 marzo 2022 presso la sede della Regione ha sempre inteso agire nel pieno rispetto della legalità e in assoluta trasparenza. Come risulta dal testo delle intercettazioni, ha sempre espresso la volontà di agire ‘alla luce del giorno’ ed ha negato pertanto di aver aderito ad alcun patto illecito. Quanto agli aspetti tecnici e burocratici della pratica di Sestri – prosegue la nota ha sottolineato che essa ha avuto un iter molto lungo e articolato, avviata a livello Comunale nel lontano agosto 2010, passato attraverso sentenze favorevoli del Tar e del Consiglio di Stato, e infine approdata in questi giorni alla fase della prima conferenza dei servizi. Di contro la pratica di Savona non necessitava di alcun passaggio regionale”.

Redazione La voce di Genova

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium