/ Politica

Politica | 09 febbraio 2024, 16:01

Alleanza Alpi del Sud, un punto di partenza per istituzionalizzare i rapporti tra Nizza, Imperia e Cuneo

Il commento dei sindaci Adriano Biancheri e Fabio Natta sull'evento transfrontaliero di Imperia

Alleanza Alpi del Sud, un punto di partenza per istituzionalizzare i rapporti tra Nizza, Imperia e Cuneo

Come sindaci di due piccoli centri posti rispettivi ai confini est e ovest della nostra provincia, prima che nei nostri ruoli politici, desideriamo esprimere il nostro apprezzamento ed effettuare alcune considerazioni sull'evento tenutosi ieri ad Imperia su input del Presidente della Provincia Claudio Scajola, manifestazione che ha visto protagoniste le istituzioni più rappresentative del territorio delle Alpi del Sud.

Da sempre convintamente sostenitori della necessità di implementare i rapporti con la Costa Azzurra e il Piemonte, abbiamo letto tempo fa, commentandolo, con grande interesse del trattato del Quirinale stipulato tra i governi della Repubblica francese e Italiana.

Crediamo oggi che l'evento di Imperia ne sia stata la prima declinazione pratica.

Un punto di partenza per istituzionalizzare i rapporti tra Nizza Imperia e Cuneo attraverso la costruzione, dal basso, di una governance delle Alpi del Sud con un segretariato tecnico amministrativo stabile che, come proposto dal sindaco di Nizza Christian Estrosì, è naturale pensare abbia sede proprio nella città che ha dato i natali a Giuseppe Garibaldi.

Lungi dal rivendicare anacronistiche visioni autonomiste, ma anche lontani dalla politica divisiva dei campanili, crediamo che l'alleanza sia una grande opportunità in primis per i cittadini del territorio, che, nei fatti, sono spesso più avanti delle istituzioni.

L'alleanza Alpi del Sud declinata nelle cose concrete, non con malcelato localismo ma con convinto europeismo. Trasporti, salute, turismo, utilizzo risorse idriche, clima, ambiente, lavoro sono al centro di questa visione. Estrosì, tra le tante declinazioni pratiche sue e degli altri intervenuti,  ha annunciato una nuova stazione ferroviaria per l'aeroporto Nice Cote d'azur che con i suoi sedici milioni annui di passeggeri è il secondo della Francia.

Dalla nuova stazione si arriverà a Ventimiglia in mezz'ora.  Un treno da non perdere, come da non perdere è la prospettiva tracciata ieri ad Imperia

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium