/ Economia

Economia | 27 novembre 2023, 09:00

Capelli ricci al top: guida alla cura quotidiana

La cura dei capelli ricci comporta una serie di sfide quotidiane volte a mantenere una capigliatura sana e lucente.

Capelli ricci al top: guida alla cura quotidiana

La cura dei capelli ricci comporta una serie di sfide quotidiane volte a mantenere una capigliatura sana e lucente. A primeggiare è la complessa gestione del crespo. Purtroppo, i capelli ricci tendono ad essere maggiormente inclini al crespo a causa della loro struttura e della loro naturale consistenza a spirale.

A questa problematica si associa un difficile mantenimento dei livelli di idratazione. Non a caso, i capelli ricci tendono a essere secchi perché gli oli naturali prodotti dal cuoio capelluto fanno più fatica a scendere lungo gli intrecci del fusto. La situazione può generare altresì fragilità e rottura.

Districare i capelli è un altro compito scoraggiante, poiché sono predisposti per creare nodi e talvolta le spazzole possono rompere e indebolire le fibre piuttosto che ordinarle. In tal senso, e in particolare quando i capelli sono bagnati, dobbiamo selezionare la migliore spazzola professionale per capelli ricci per non rovinare l’aspetto generale della capigliatura, bensì favorire la conformazione del riccio. 

Infine, lo styling deve favorire la formazione di ricci definiti e privi di crespo, nonché l’acconciatura deve essere finalizzata a liberare la nervatura del riccio affinché si possa esprimere al massimo delle sue potenzialità.

Lavare e idratare i capelli: i consigli degli esperti

Scegliere lo shampoo e il balsamo aderenti alle nostre necessità capillari può fare la differenza in termini di benessere e di definizione della chioma. Come abbiamo già anticipato, e come tendono a ripeterlo all’infinito gli esperti di bellezza, i capelli ricci tendono a essere più secchi e più inclini al crespo rispetto ai capelli lisci, vieppiù se sono fragili e fini. Quindi richiedono un'idratazione e una cura extra

E come si fa a fornire questa ulteriore protezione? Cercando prodotti formulati nello specifico per la propria tipologia di capelli ricci, in quanto vengono progettati per fornire l'idratazione e il nutrimento in formulazioni più abbondanti.

Ma soprattutto evitiamo l’uso quotidiano di shampoo contenenti solfati, perché possono privare i capelli dei loro oli naturali, causando secchezza e crespo. Invece, optiamo per dei prodotti detergenti senza solfati che puliscono delicatamente i capelli senza danneggiarli.

Inoltre, i balsami con ingredienti idratanti e naturali come il burro di karité, l'olio di cocco o l'olio di argan vantano un’azione idratante e districante delle ciocche ricce. È anche utile utilizzare un trattamento di condizionamento profondo una volta alla settimana per mantenere i ricci morbidi e gestibili.

I segreti dello styling quotidiano

Trovare i prodotti adatti per lo styling quotidiano non è difficile, poiché basta consultare l’assortimento di articoli proposti da Capello Mio, un’e-commerce che presenta una serie di formulazioni che si adattano a qualsiasi necessità.

Difatti, la capigliatura riccia richiede una serie di ingredienti volti a definire e modellare i ricci, senza appesantirli. Per questo motivo, è necessario cercare una formulazione specifica per il proprio tipo di riccio, nonché una lista di principi attivi finalizzati a risolvere le naturali tendenze di secchezza o di crespo della chioma.

La soluzione può rivelarsi attraverso un consulto con un hair stylist specifico per i capelli ricci oppure testando vari trattamenti di mousse, gel e oli specifici fino a trovare quella che risponde meglio alle nostre necessità.

Soluzioni anticrespo più efficaci

Il crespo viene debellato con l'utilizzo di prodotti e soluzioni per l'asciugatura delicati. A differenza, prodotti aggressivi e asciugature approssimative possono privare i capelli dei loro oli naturali, aumentando il crespo.

Quando si asciugano i capelli ricci, è importante evitare di strofinare vigorosamente con l'asciugamano, per non causare attrito ed enfatizzare il crespo. Piuttosto, tamponare con delicatezza i capelli con un asciugamano in microfibra o utilizzare un diffusore a bassa temperatura.

Insieme, consentono la formazione del riccio naturale. Inoltre, gli esperti suggeriscono di incorporare dei balsami leave-in o dei sieri anti-crespo nella routine di cura dei capelli, poiché fornisce maggiore idratazione e controllo, anche contro gli agenti atmosferici e inquinanti.

Taglio e protezione dai fattori esterni causa di opacità capillare

Qualsiasi tipologia di capello necessita di tagli regolari. Eppure, il capello riccio richiede maggior impegno. Questo perché il taglio deve modellarsi in funzione al riccio e non viceversa. Pertanto, dobbiamo scegliere un parrucchiere che conosca a fondo le necessità collegate ai capelli ricci e sia pronto ad agire di conseguenza.

Nel frattempo, per non rovinare la chioma, nel nostro quotidiano utilizziamo tutti i prodotti elencati e proteggiamo la capigliatura dai fattori esterni come il sole, il vento, l’umidità e quant’altro. In tal senso, potremo usare delle fasce o dei foulard protettivi in estate, e dei berretti e dei cappelli in inverno.

Per riassumere, la gestione dei capelli ricci è complessa ma una volta trovata la routine ficcante volta a proteggere la salute della nostra capigliatura, il sistema di cura diventa automatico. Non dimentichiamo di seguire i consigli degli esperti e di trattare i ricci con rispetto se vogliamo che siano alleati e non ribelli.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium