/ Eventi

Eventi | 11 luglio 2023, 13:08

Cervo, dal 14 luglio al 30 agosto la 60˚ edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera (foto e video)

Jazz, teatro, musica d’autore, ospiti di fama internazionale ed eventi unici come lo spettacolo alimentato “a biciclette"

Cervo, dal 14 luglio al 30 agosto la 60˚ edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera (foto e video)

Dal 14 luglio al 30 agosto Cervo accoglierà la 60esina edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera con un calendario trasversale e aperto a diversi generi musicali e discipline artistiche.

Oltre al repertorio cameristico di altissimo livello ci saranno appuntamenti dedicati al jazz, al teatro, ai più piccoli, e alla musica d'autore grazie a una serie di importanti collaborazioni consolidate nel tempo con enti internazionali e realtà culturali di rilievo sul territorio. Importante sarà, ancora una volta, lo spazio riservato ai giovani talenti musicali, caratteristica che da sempre connota il Festival di Cervo, grazie alle partnership con alcuni dei più importanti concorsi europei.

LE INTERVISTE:

 

Natalina Cha, sindaco di Cervo, spiega in cosa consiste il festival: ”Un importante compleanno, 60 anni di festival che ha portato Cervo in tutto il mondo. un debito di riconosceva verso il suo fondatore e a tutti gli amministratori che in questi 60 anni hanno creduto in questa iniziativa, la sindachessa Raimondo che ha accettato una scommessa accogliendo la proposta di questo violinista che aveva intuito che la piazza dei Corallini poteva riservare una grande opportunità a Cervo.

Il Festival è cambiato in questi 60 anni, nell’ultimo decennio si è sviluppata la collaborazione tra Walter Norzi e Michael Balatti che insieme hanno dato vita a una direzione artistica di eccellenza.

Quest’anno abbiamo un programma eccezionale, hanno saputo coinvolgere il tessuto sociale, con un festival interconnesso, inclusivo, che aggancia iniziative interessanti, eventi collaterali come quello di Mirabilia, una mostra creata per il sessantesimo. Tutto è pronto per far godere al pubblico queste serate del Festival”.

Walter Norzi, presidente della commissione del festival, aggiunge: “Il pensiero primario è quello che va alla celebrazione di questi 60 anni del Festival. In questo ultimo anno, dedicato alla ricerca di reperti, ha potuto ritrovare materiale davvero interessante che in parte sarà inserito in questa mostra che si terrà nell’Oratorio di Santa Caterina per tutta la durata del festival.

Ci sarà anche la parte media dove ho contattato musicisti di fama nazionale e internazionale che hanno aderito a questo progetto, un’espressione del loro vissuto a Cervo. L’altra parte è legata a questo neonato archivio che memorizza tutto ciò che è stato suonato in questi 60 anni, ha impegnato molto, ma permette di dare il giusto valore a ciò che si fatto in questi anni.

Cervo lavora molto anche con i giovani, c’è una scuola di musica da più di 30 anni, con circa 100 allievi che lavorano con passione e gioia, intervistano i musicisti che si esibiranno nelle serate e predispongono le guide all’ascolto. Ovviamente il territorio ci aiuta, è splendido, ci sono due gite organizzate dalla sezione Outdoor di Cervo.

Poi ci sarà un concerto unico, green, che si alimenta con la forza di alcune buone persone con biciclette che alimentano audio e luci, per far partecipare il pubblico in un modo faticoso, ma piacevole”.

Michael Balatti, direttore tecnico del festival, aggiunge: “Sessantesimo festival, 20 spettacoli in diverse location a Cervo e in altri comuni come Cipressa e Diano Arentino”.

Venti spettacoli in sei diverse location di altissimo pregio artistico e paesaggistico rendono ricco il calendario del Festival 2023. Oltre alla piazza dei Corallini, consueto palcoscenico mozzafiato sul mare, e alla chiesa di San Giovanni, gli spettacoli si terranno presso l'Oratorio di Santa Caterina, edificio romanico nel cuore del borgo, e nel Parco del Ciapà, meraviglioso angolo di macchia mediterranea immerso nella natura. Il Festival comprenderà anche tre eventi fuori dal borgo di Cervo, presso l'ex Chiesa Fortezza di San Pietro a Lingueglietta e presso la Chiesa di San Michele nella frazione Borello di Diano Arentino.

Il cartellone si apre il 14 luglio in piazza dei Corallini con il recital del grande violinista russo Sergey Krylov e del pianista francese Lucas Debargue, evento realizzato in collaborazione con Società dei concerti La Spezia - Festival Paganiniano di Carro.

Si prosegue il 17 luglio con la suggestiva commistione di organo ed elettronica per Paradiso, spettacolo multidisciplinare ispirato all'omonimo poema dantesco e realizzato con la partnership di Associazione Rapallo Musica - Armonie sacre percorrendo le terre di Liguria e con Lions Club Imperia Host.

Il jazz anima il palco dei Corallini il 19 luglio con il graditissimo ritorno a Cervo di Paolo Fresu, che si esibirà in duo con la pianista Rita Marcotulli. Si prosegue il 21 luglio con Shadows omaggio a Chet Baker, spettacolo teatrale e musicale con la presenza di Massimo Popolizio e Fabrizio Bosso, realizzalo in collaborazione con Festival Teatrale di Borgio Verezzi e con Festival Borgate dal Vivo.

Valore aggiunto al cartellone e alle ambientazioni naturali sarà conferito da alcuni spettacoli allestiti in situazioni suggestive in grado di regalare al pubblico esperienze uniche. Se il concerto nella chiesa dei Corallini del 17 luglio vedrà l'edificio valorizzato con un disegno luci immersivo e site-specific appositamente studiato per dare risalto alle architetture e agli artisti, il concerto del 23 luglio porterà il pubblico a fruire gli spazi dell'Oratorio di Santa Caterina in un’atmosfera completamente diversa. La Profondità del Buio, con la partecipazione di BQ Baritone Sax Quartet, verrà realizzato nella forma di Candle light concert. L'evento è realizzato con la collaborazione della Scuola di Musica di Fiesole.

Sarà invece la musica cameristica ad accompagnare l'ultima settimana di luglio, con il recital del pianista britannico Julian Trevelyan (2° Premio e Audience Prize Concours Géza Anda Zurigo) e con il Barbican String Quartet, freschi vincitori del 1° Premio all'ARD International Competition di Monaco di Baviera.

Il 60° anniversario del Festival sarà celebrato nei concerti di 1, 3 e 4 agosto con i tre spettacoli di "Cervo Festival welcomes IMS Prussia Cove - a celebration of Sandor Vegh's musical heritage" che prevede la residenza artistica di Steven Isserlis e IMS Prussia Cove, prestigiosa istituzione britannica che fu fondata, come il Festival di Cervo, dal grande violinista ungherese Sándor Végh. Il progetto coinvolge Steven Isserlis, tra i più importanti violoncellisti del panorama internazionale, assieme a un pool di giovani artisti formati all'interno delle attività di IMS Prussia Cove.

Il jazz tornerà sul palcoscenico dei Corallini martedì 8 agosto con Matteo Mancuso, giovane chitarrista italiano che si è imposto nella scena nazionale e internazionale. La collaborazione del Festival con il club Tenco porterà l'11 agosto, il concerto di Rafael Gualazzi per il consueto appuntamento di Cervo incontra il Premio Tenco.

La programmazione prosegue il 13 agosto con un appuntamento per bambini nel Parco del Ciapà con Concert Jouet! spettacolo di musica, teatro e comicità con Paola Lombardo e Paola Torsi. La nuova collaborazione con il Queen Elizabeth Competition Brussels avrà luogo a Cipressa il 14 agosto e di nuovo a Cervo il 16 agosto con i due recital (cello solo e duo con Jeung Beum Sohn) della giovane violoncellista coreana Hayoung Choi, recente vincitrice del 1° Premio al Queen Elizabeth Competition for cello 2022.

Del tutto particolare sarà invece il concerto di domenica 20 agosto al parco del Ciapà. La serata prevede il concerto - tra sonorità jazz e contemporanee - della violinista Anais Drago. Lo spettacolo è abbinato al format Musicycle, un concerto a zero impatto ambientale. Sarà un'esperienza insieme educativa e ambientale: l'impianto di amplificazione del concerto sarà infatti alimentato dalla pedalata di dieci biciclette che potranno essere cavalcate dal pubblico per produrre l'energia necessaria.

Il 23 agosto il palcoscenico dei Corallini ospiterà Alexander Gadjiev, pianista italiano recentemente riconosciuto dal pubblico e dalla critica internazionale per il 2° Premio ex aequo al Concorso Chopin di Varsavia ed. 2021. Il sagrato dei Corallini ospiterà poi il 25 agosto il concerto di Gomalan Brass Quintet e il 29 agosto il recital della giovane e talentuosa violinista Clarissa Bevilacqua. Il Festival si chiuderà il 30 agosto a Diano Arentino con il recital di Andrea Bacchetti.

Parte integrante del calendario di Lento - Cervo borgo di cultura sostenibile, gli eventi collaterali del Festival Internazionale di Musica da Camera coinvolgeranno visitatori, pubblico, associazioni e scuole con la finalità di promuovere il territorio anche attraverso la cultura, integrando alle serate di musica l'offerta del sistema turistico cervese. In occasione del 60° anniversario viene allestita presso l'Oratorio di Santa Caterina per l'intera durata della manifestazione l'esposizione "Memorabilia", una raccolta di ricordi, documenti e testimonianze sulla storia del Festival di Cervo.

Tra le partnership del Festival tornerà quella con il FAI Liguria: in occasione dei concerti del 25 luglio e del 23 agosto la Proloco Progetto Cervo, in collaborazione con FAl, organizzerà due visite didattiche gratuite al borgo, aperte a tutti. Sia lo Spettacolo del 17 luglio nella chiesa di San Giovanni che quello del 23 luglio all'Oratorio di Santa Caterina saranno preceduti da una visita guidata a cura dello storico dell'arte Alfonso Sista. A conclusione dello spettacolo dedicato ai bambini del 13 agosto è invece prevista una camminata esperienziale dal Ciapà al borgo di Cervo. Sempre nella natura saranno immersi gli appuntamenti con Dai sentieri al Festival, iniziativa organizzata dalla Proloco Progetto Cervo in collaborazione con A.S.D. Dianese Outdoor: durante il Festival sono previste due escursioni a piedi con la presenza di guide, che partiranno da Andora (21 luglio) e San Bartolomeo al Mare (8 agosto) per raggiungere i concerti a Cervo utilizzando i sentieri che congiungono i rispettivi borghi.

Un'altra attività satellite che tornerà anche per il 2023 sarà Storytelling da camera, il progetto che coinvolgerà il Liceo Vieusseux di Imperia e che offrirà l'opportunità ai ragazzi di raccontare attraverso video e interviste un evento culturale internazionale con una prospettiva inedita e informale. Non mancheranno, tra le attività parallele del Festival, altri momenti didattici come gli incontri dedicati all'ascolto consapevole (Ma tu come ascolti?) e le guide all'ascolto realizzate dagli allievi della San Giorgio Musica APS.

Il calendario completo delle attività di Lento è disponibile sul sito www.cervofestival.com dove è anche possibile acquistare i biglietti per i concerti e gli appuntamenti. Per i concerti in Piazza dei Corallini dalle ore 19.30 alle ore 01.00 sarà attivo il servizio di navetta che trasporterà gli spettatori dal parcheggio gratuito di Via Steria (in prossimità del campo sportivo) fino a Piazza Castello.

Il progetto Festival Internazionale di Musica da Camera è realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell'ambito del bando «In luce. Valorizzare e raccontare le identità culturali dei territori» della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura, che mira alla valorizzazione culturale e creativa dei territori di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta rendendoli più fruibili e attrattivi per le persone che li abitano e per i turisti, in una prospettiva di sviluppo sostenibile sia sociale sia economico.

Sara Balestra

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium