/ Politica

Politica | 29 marzo 2024, 15:48

Sciopero nazionale nella grande distribuzione: Cgil, Cisl e Uil di Imperia: “Mobilitazione per un rinnovo di contratto atteso da 5 anni”

"Una protesta festosa ma decisa durante la quale verrà effettuato un volantinaggio in centro per spiegare alla popolazione e ai giornalisti che vorranno intervenire le ragioni della protesta"

Sciopero nazionale nella grande distribuzione: Cgil, Cisl e Uil di Imperia: “Mobilitazione per un rinnovo di contratto atteso da 5 anni”

È rottura al tavolo di trattativa per il rinnovo del Contratto nazionale della Distribuzione Moderna Organizzata, scaduto nel lontano 2019. L’associazione imprenditoriale, dopo una lunga trattativa con i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e a distanza di 51 mesi dalla sottoscrizione del primo e ultimo Ccnl di settore, ha calato nuovamente la maschera, palesando la persistente resistenza nel sottoscrivere accordi contrattuali.

E' necessario stigmatizzare a gran voce “l’insofferenza di Federdistribuzione verso i contratti: "Per questo abbiamo proclamato una giornata di sciopero nazionale per domani. Alla base della mobilitazione “l’irresponsabilità di Federdistribuzione nel presentare svariate richieste finalizzate a sabotare diritti e garanzie attualmente contenute con Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e che le lavoratrici ed i lavoratori della distribuzione commerciale hanno raggiunto a costo di sacrifici e di lotte nel corso degli ultimi decenni”.

"Nel dettaglio siamo contrari all’introduzione di una flessibilità incontrollata e generalizzata con contratti a termine di durata indeterminata (oltre i 24 mesi); lo smembramento del sistema di classificazione del personale con l’attribuzione dell’addetto alle operazioni ausiliarie alla vendita a mansioni inferiori quali il pulimento di aree di vendita e servizi; l’azzeramento di ogni dignità professionale con il sotto inquadramento di chi ha la responsabilità di interi format commerciali complessi; la creazione di una nuova mansione adibita alla movimentazione delle merci trascinandola verso il quinto livello e svuotando l’attuale previsione al quarto livello, al solo fine di far risparmiare le imprese sulla pelle dei lavoratori.
A sostegno della mobilitazione si terrà un Flash Mob organizzato da Filcams Cgil Fisascat cisl e Uiltucs Uil domani mattina a a partire dalle ore 10.30 in Via Matteotti a Sanremo davanti alla sede dell'Oviesse".

"Una protesta festosa ma decisa durante la quale verrà effettuato un volantinaggio in centro per spiegare alla popolazione e ai giornalisti che vorranno intervenire le ragioni della protesta".

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium