/ Eventi

Eventi | 07 dicembre 2023, 21:19

Imperia è... Un ponte tra passato, presente e futuro: apertura straordinaria dell'Archivio di Stato

Sabato 9 dicembre alle ore 15, a cento anni dall’istituzione della città

Imperia è... Un ponte tra passato, presente e futuro: apertura straordinaria dell'Archivio di Stato

Sabato 9 dicembre, alle ore 15, apertura straordinaria dell'Archivio di Stato di Imperia con una  visita guidata gratuita all'esposizione "Imperia è... Un ponte tra passato, presente e futuro".

A cento anni dall’istituzione della Città e del Comune di Imperia si festeggia un’unione che ha richiesto un processo di gestazione lungo, complesso e a tratti sofferto e drammatico; un processo di amalgama largamente ignoto ai più, specie alle nuove generazioni di imperiesi, che, ben lungi dall’essersi concluso, investe con forza tutti gli aspetti della società attuale e che, pertanto, merita di essere ripercorso attraverso uno sguardo aggiornato, interdisciplinare e accessibile a chiunque.

E` questo, in sostanza, il vero scopo della mostra “Imperia è…un ponte tra passato, presente e futuro”: districare i nodi critici più spinosi che, a livello culturale, sociale e politico-ideologico, prima ancora che economico e infrastrutturale, tra il 1848 e il 1923 hanno diviso i nostri padri e, di conseguenza, gli sforzi prodotti per poterli risolvere. Dunque, quella che si offre al visitatore non è, né poteva essere, un’esposizione statica e lineare di documenti che intendono illustrare, ovvero celebrare asetticamente, le caratteristiche precipue delle cittadine maggiori, Porto Maurizio e Oneglia, uscite vincenti dalla questione unionista. Al contrario, pur nei limiti fisici imposti dall’ambiente, si è cercato di costruire un allestimento dinamico e interattivo, articolato concettualmente per sezioni tematiche e non privo di ostacoli vincolanti, ovvero diretti persino a suggerire percorsi di visita alternativi, che invitano a riflettere sulla natura dualistica che ha animato storicamente le due cittadine maggiori.

Ma in questo gioco di cortocircuiti espositivi e continui rovesciamenti di prospettiva esiste un sottile fil rouge che unisce sottotraccia ciascuna delle sezioni tematiche. È il corso di un torrente dal nome trionfale e controverso, l’Impero, che per secoli ha segnato il limite confinario – altrettanto dibattuto – tra i capoluoghi periferici di due nazioni in costante conflitto. Una frontiera odiosa e, pure, necessaria per garantire gli scambi tra le due città – e, più in generale, la viabilità costiera in questo tratto di Liguria – che cadrà soltanto a partire dal 1842, grazie alla costruzione di un magnifico ponte in legno “strallato”, ossia sospeso con cavi e tiranti in metallo assicurati a una coppia di monumentali archi di trionfo marmorei. Pur gravato da 36 anni di pedaggi e pur mutando pelle per ben tre volte nell’arco di un secolo, sarà questo ponte a mettere finalmente in libero contatto le generazioni passate, presenti e future di imperiesi; e sarà nel nome dell’acqua che vi scorre al di sotto che, tra 1908 e 1923, sorgeranno la Città e il Comune di Imperia. Sotto questo punto di vista, il ponte rappresenta la proiezione stessa del torrente Impero e, come tale, incarna a tal punto lo spirito dell’unione da assurgere a simbolo iconico di questa mostra e da aver meritato al suo interno ampi approfondimenti e persino il nome della sezione centrale.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium