/ Politica

Politica | 03 aprile 2023, 07:24

Prosegue il viaggio di 'Imperia Rinasce' nei quartieri: dopo quello di Oneglia visita a Caramagna (Foto)

“Le frazioni devono fare parte integrante della città e questo non è possibile se i collegamenti pubblici funzionano male"

Prosegue il viaggio di 'Imperia Rinasce' nei quartieri: dopo quello di Oneglia visita a Caramagna (Foto)

Prosegue il viaggio di ‘Imperia rinasce’ nei quartieri imperiesi per individuare le problematiche e i disservizi che stanno più a cuore ai cittadini.

Dopo Oneglia la lista che sostiene Ivan Bracco ha visitato Caramagna sostando, in occasione della domenica delle palme, presso la Chiesa Parrocchiale di San Bartolomeo. “I cittadini – scrivono da IR - hanno segnalato la trascuratezza della stradina che porta alla chiesa, dove è difficile districarsi tra le erbacce, gli escrementi di animali e le piccole voragini che costellano il manto stradale. In località Ramone, invece, i lavori per riparare al cedimento di una parte della carreggiata sono stati realizzati in ritardo e in modo parziale: tanto che il rifornimento idrico di un gruppo di case è affidato a un semplice tubo di gomma lasciato a vista. Il ponte che collegava le due sponde del torrente, demolito anni fa, non è mai stato ripristinato così che i pedoni sono costretti a compiere un lungo giro per passare da una parte all’altra. Carente e a tratti del tutto assente anche l’illuminazione pubblica”.

“Le strade interne di parte del quartiere – va avanti Imperia Rinasce – (quelle che non si vedono per intendersi) sono disastrate a causa della mancata manutenzione, esattamente come quelle interpoderali che conducono agli uliveti. Questo è un problema che accomuna tutti gli ex Comuni che compongono le frazioni di Imperia, nei confronti dei quali l’attuale amministrazione non ha mai dimostrato l’attenzione e la sensibilità dovute. Una viabilità più curata renderebbe più agevole la coltivazione dei poderi e permetterebbe di sviluppare queste zone anche turisticamente, visto che ci sono degli ulivi secolari straordinari. Le manutenzioni, però, devono essere realizzate prestando la dovuta attenzione all’ambiente e nel solco della tradizione: è necessario recuperare le antiche tecniche contadine, quelle ‘strade bianche’ che, senza asfalto e cemento, consentivano il corretto drenaggio delle acque evitando situazioni di pericolo”.

“Le frazioni – termina IR - devono fare parte integrante della città e questo non è possibile se i collegamenti pubblici funzionano male: cosa che accade soprattutto nelle ore di punta quando, per cause legate alla società che gestisce il servizio, saltano le corse e le frazioni, come Moltedo o Montegrazie, rimangono di fatto isolate. Nei giorni festivi va anche peggio perché i collegamenti con il centro mancano del tutto”.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium