/ Attualità

Attualità | 27 marzo 2023, 07:14

Turismo di marzo in lieve aumento rispetto al 2022: ancora difficile fare previsioni per i ponti e l'estate

Sia per Pasqua che per 25 Aprile e 1° Maggio saranno prenotazioni 'last minute'. Qualche preoccupazione per l'estate dopo gli exploit post Covid degli ultimi due anni

Turismo di marzo in lieve aumento rispetto al 2022: ancora difficile fare previsioni per i ponti e l'estate

Dopo i ‘picchi’ delle feste natalizie e del Festival di Sanremo, il mese di marzo sta trascorrendo nella normalità in chiave turistiche per le presenze alberghiere. E’ andato sicuramente meglio dello scorso anno ma esclusivamente per l’afflusso turistico dei weekend. Sono i primi sentori del mese che sta per terminare e che fa da preludio ai ponti di aprile e maggio e, soprattutto, all’estate particolarmente attesa.

Per il mese di marzo, rispetto al periodo pre Covid, manca ovviamente il weekend dei carri fioriti e la Milano-Sanremo, che rimane uno spot enorme sul piano della promozione, ha come sempre tenuto lontani i francesi che solitamente affollano gli alberghi nei fine settimana, per i classici weekend gastronomici e di shopping. Qualche disagio e, come ogni anno alcune perplessità sulla manifestazione che, però, di fatto genera una promozione planetaria per la città dei fiori e per l’intero ponente ligure.

Al momento gli unici dati ufficiali riguardano il mese di gennaio che, per Sanremo, vedono un aumento degli arrivi dai 10.996 del 2022 ai 13.459 di quest’anno con un rialzo del 22.40%. Anche le presenze vedono l’aumento dai 31.879 dell’anno scorso ai 37.971 di quest’anno (+19,11%). Buon aumento degli stranieri (+53% negli arrivi e +58% nelle presenze). In provincia di Imperia, invece, l’aumento è ancora più considerevole con gli arrivi passati da 25.998 a 34.274, pari al 31,39% in più. Le presenze sono passate da 99.832 a 130.989 (+31,21%) con una netta preponderanza di italiani, sulla linea del 2022.

Le previsioni per la settimana di Pasqua non sono ancora fattibili, anche se qualche prenotazione c’è già e sembra che le temperature e il clima potranno aiutare molto la volontà dei turisti di trascorrere qualche giorno sulla riviera di ponente. Per quanto concerne, invece, i ponti del 25 aprile e 1° maggio le prenotazioni saranno quasi tutte da ‘last minute’ e si dovranno attendere i giorni a ridossi degli stessi per capire come andrà.

Un ragionamento a parte serve per la prossima estate. Al momento le prenotazioni vanno a rilento e, per la bella stagione 2023 bisognerà capire la volontà dei villeggianti. Un punto fermo per Sanremo rimangono le seconde case ma, dopo un lungo periodo Covid che ha garantito maggiori presenze in città per la scarsa volontà dei turisti di raggiungere località più lontante.

Tra gli addetti ai lavori, particolarmente euforici per i successi ottenuti negli ultimi due anni, c’è il forte timore che la ‘bolla’ creatasi possa sgonfiarsi. Gli operatori del settore si augurano che i numeri possano quanto meno confermarsi per verificare la vera ‘forza turistica’ di Sanremo e dell’intera provincia.

Carlo Alessi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium